10
No
COME FARE UN TRASLOCO SENZA STRESS
10.11.2017 00:00

 

Traslocare è un’esperienza eccitante, che però può anche trasformarsi in un’avventura molto stressante. Il segreto per fare un trasloco tranquillO è quello di organizzare bene e con largo anticipo un buon piano di lavoro. Questo va seguito fedelmente e in modo da prevenire anche eventuali disguidi. Organizzazione, lungimiranza ed efficienza saranno gli elementi che potranno allontanare i timori e prevenire lo stress di questa importante operazione. Se seguirai un piano ben studiato, potrai addirittura divertirti nel farlo: non ci credi? Prova questa tecnica e ricrediti, l’hanno provata in diversi anche in grandi città, per traslochi a Roma, Milano, Torino e in altre località d’Italia e ha funzionato. Il segreto per un trasloco di successo è quello di lavorare bene prima, durante la fase preventiva di organizzazione del tutto.

Chi ben comincia è a metà dell’opera

La prima cosa da fare nell’ambito di un trasloco, come abbiamo verificato in diversi traslochi a Roma e che vale per tutti i traslochi, è quella di selezionare ed eliminare il superfluo. Le cose che in realtà non ti occorrono, di cui stai semplicemente rimandando (ahimè da anni magari) l’eliminazione definitiva, una volta giunte nella nuova casa saranno d’ingombro, messe in angoli di armadi o spostate di continuo. Esse costituiscono un grosso problema.

Liberati quindi delle cose che non ti servono. Per inscatolare le tue cose, sarai comunque costretto a passarle in rassegna, di conseguenza potrai farti un’idea di quello che intendi portare nella nuova casa e di quello che invece va lasciato indietro. Per aiutare questa operazione valuta oggettivamente la necessità degli oggetti che possiedi, chiediti quante volte li hai utilizzati negli ultimi due anni: se la risposta è zero, salutali definitivamente.

Prendendo le misure degli spazi della casa nuova, confrontandoli con quelli di quella di oggi, potrai fare un paragone e farti un’idea più approfondita. Regala gli oggetti superflui o vendili. Nel frattempo procurati molti scatoloni per mettere gli oggetti, identificali con il pennarello e una volta chiusi ammucchiali in una zona in cui non daranno fastidio. Tieni a portata gli oggetti di uso quotidiano, eventuali attrezzi che possono servire durante il trasloco per smontare i mobili ed i documenti relativi che possono servire nell’immediato.

Fai da te o aiuto esterno? Il trasloco non è un gioco e per non rendere l’esperienza la più stressante della tua vita, il consiglio è quello di rivolgerti a qualcuno di esperto che ti dia una mano. Non occorre ricercare una vera e propria ditta di traslochi, che in molti casi è dispendiosa, bastano braccia forti ed esperte. Online ci sono delle piattaforme che raccolgono profili di professionisti del settore, a disposizione con la loro esperienza e i giusti mezzi, che ti faranno risparmiare non poco.

Un aiuto esperto è l’ideale per ridurre la fatica dell’operazione, per smontare bene i mobili e trasportarli senza fare danni agli stessi o alle persone. Di solito è sempre possibile chiedere un preventivo, talvolta preceduto da un sopralluogo, per non avere sorprese alla fine. In alcuni casi il preventivo può anche essere basato sulla cubatura, un metodo ancora più rapido. Chiedi bene quale sarà il tuo ruolo, le tue responsabilità e i tuoi doveri affinché vada tutto liscio.

 

 

https://developers.facebook.com/docs/plugins/

Commenti